L’azione di responsabilità nei confronti dell’amministratore di condominio è soggetta a mediazione obbligatoria?

Il Tribunale di Bologna, nella persona del giudice dott. Pietro Iovino,ha stabilito con sentenza 2022, che l’azione di responsabilità nei confronti di un amministratore di condominio rientra nel novero delle materie soggette a mediazione obbligatoria.

Ai sensi del comma 1-bis dell’art. 5 del D. Lgs 28/2010 le controversie in tema di condominio sono soggette alla mediazione c.d. obbligatoria. L’art. 71 quater delle disposizioni per l’attuazione del codice civile stabilisce che ‘per controversie in materia di condominio, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 si intendono quelle derivanti dalla violazione o dall’ errata applicazione delle disposizioni del libro III, titolo VII, capo II, del codice e degli articoli da 61 a 72 delle presenti disposizioni per l’attuazione del codice’.
Rientrano, pertanto, nell’ambito della materia condominiale anche le controversie riguardanti l’asserita responsabilità dell’amministratore di condominio e, quindi, i fatti oggetto della presente causa. Parte attrice non ha provveduto ad instaurare il procedimento di mediazione obbligatoria nel termine di 15 giorni statuito dal Giudice adito, circostanza dalla quale deriva l’improcedibilità della domanda; conseguentemente le domande avanzate dall’attore NNNNN, preclusa, quindi, ogni valutazione nel merito, dovranno dichiararsi improcedibili.

Avv. Nunzio Costa

Avv. Nunzio Costa

Responsabile Scientifico Italia Concilia srl

Scrivici su WhatsApp
Mandaci un WhatsApp
Scroll to Top